I muretti a secco candidati a diventare
patrimonio Unesco

UnescoInsieme ad altre candidature la commissione italiana per l’Unesco ha votato all’unanimità anche la candidatura della “tecnica dei muretti a secco” pugliesi e del Salento. La decisione sarà presa nel 2019 ma quello dei giorni scorsi è il primo passo a cui seguiranno altri. Nel 2018 è previsto il via libera della commis
sione Unesco previa i sopralluoghi di rito. La candidatura della tecnica dei muretti a secco a patrimonio Unesco non è solo un’idea italiana e pugliese ma la candidatura a patrimonio Unesco della tecnica costruttiva viene promossa da Cipro, Grecia, Italia, Spagna, Francia e Svizzera.

Vi riproponiamo di seguito un link al video sulla tecnica costruttiva dei muretti a secco del nostro canale YouTube.

muretti a secco: tecniche di lavorazione

Guida all’architettura contadina del Salento

guida-all-architettura-contadina-del-salentoÈ stato pubblicato da pochi giorni il numero 50 della collana di Congedo Editore “Le guide Verdi” diretta da M. Cazzato e A. Costantini. Il titolo è “Guida all’architettura contadina del Salento“.

Foto, illustrazioni e tanti interessantissimi contributi sulle costruzioni a secco (pagghiari, furnieddhi, liame, paretoni, spase e littere) ma anche aie, pollai, pozzi, pozzelle, cisterne, neviere, torri colombaie e trappeti.

Pietra Viva S.r.l. è orgogliosa di essere l’unico sponsor presente nelle due controcopertine e vi augura una buona lettura e un buon viaggio nell’architettura rurale salentina.
Trovate la “Guida all’architettura contadina del Salento” nelle migliori librerie ed edicole. Sarà senz’altro un’ottima occasione per rivalutare una cultura antica ma ancora oggi viva e presente nel nostro territorio perchè, come diceva Victor Hugo, se è vero che l’avvenire è la porta, il passato ne è la chiave.